Quotidiano della Federazione Ordini Farmacisti Italiani
Giovedì 09 APRILE 2020
Governo e Parlamento
Segui ilFarmacistaOnline
Governo e Parlamento
Milleproroghe. Ecco gli emendamenti per la sanità rimasti in corsa. Tra questi: ancora un anno di fondo speciale per i farmaci contro l’epatite C, più fondi ricerca, nuovi requisiti per accesso all’Albo nazionale DG di Asl e ospedali
Dopo la bocciatura di 800 emendamenti ritenuti non ammissibili per varie ragioni (tra cui quello sulla cannabis light) restano ancora in pista anche le proposte per risorse aggiuntive per metodi di ricerca alternativi alla sperimentazione animale, l'estensione ai DG degli Irccs pubblici delle disposizioni di legge in materia previdenziale relative alla terna manageriale delle Asl, screening neonatali, screening gratuito per la prevenzione ed eradicazione dell'Epatite C ed un aumento delle risorse per l'assistenza ai bambini affetti da malattia oncologica. GLI EMENDAMENTI
23 GEN - Sono circa 800 su 2.004 gli emendamenti al decreto milleproroghe dichiarati inammissibili dalla commissione Bilancio della Camera. Come spiegato dalla stessa V Commissione, sono stati ritenuti ammissibili solo quegli emendamenti recanti proroghe di termini, "anche riferiti a termini già scaduti al momento dell’entrata in vigore del decreto-legge, previsti da disposizioni di rango legislativo, anche laddove tali proposte emendative rechino norme volte a introdurre ulteriori disposizioni rispetto a quelle di proroga, purché connesse o consequenziali alle medesime disposizioni di proroga, nonché proposte emendative strettamente connesse e consequenziali a disposizioni, diverse da quelle recanti proroghe, previste nel testo del decreto– legge".
 
Per quanto riguarda la sanità, al netto dei possibili ricorsi, oltre a quelli presentati dal Governo sono in tutto 53 (tra maggiornaza e opposizione) gli emendamenti 'superstiti'. Di questi, 1 riguarda l'articolo 1, 27 riguardano l'articolo 5, mentre i restanti 25 intervengono sull'articolo 25. Tra le altre proposte scartate, ci sono quella sulla cannabis light, firmata da una trentina di parlamentari.
 
Restano invece in pista le misure per prolungare di un altro anno il requisito di innovatività per i farmaci contro l'epatite C, le proposte per stanziare risorse aggiuntive per la ricerca di metodi di ricerca alternativi alla sperimentazione animale, l'estensione ai Direttori generali degli Irccs pubblici delle disposizioni di legge in materia previdenziale relative ai Direttori generali, amministrativi e sanitari delle Asl, la stabilizzazioni del personale precario non dirigenziale di Aifa, vengono inseriti nuovi requisiti per l'iscrizione all'Albo nazionale dei Direttori generali.
 
E ancora, nuove risorse per gli screening neonatali, viene incrementata dello 0,2% la quota del Fsn destinato alla ricerca, si prevede l'avvio sperimentale di uno screening gratuito per la prevenzione ed eradicazione dell'Epatite C e viene proposto un aumento delle risorse per l'assistenza ai bambini affetti da malattia oncologica.
 
Di seguito una sintesi delle sole proposte emendative di maggioranza per la sanità presentate dalla Affari Sociali che, nei prossimi giorni, saranno votate dalla Commissione Bilancio (per il complesso degli emendamenti ammessi vai al fascicolo allegato).
 
Emendamento 1.5
Sapia e altri (M5S)
L’emendamento, fino al 31 dicembre 2022, consente alle regioni, comprese quelle sottoposte al piano di rientro dai disavanzi sanitari ed al Commissariamento, di assumere, previa ricognizione del reale fabbisogno a tempo indeterminato, personale dirigenziale e non nelle Aziende del Servizio Sanitario Nazionale. Inoltre prevede il trattenimento in servizio del personale a tempo determinato, dirigenziale e non, nelle Aziende del Servizio sanitario nazionale, che, non abbia ancora maturato il requisito dei 36 mesi di servizio, anche non continuativi, utili alla stabilizzazione del rapporto di lavoro. Infine prevede che i limiti assunzionali previsti per il personale del servizio sanitario nazionale non si applicano alle regioni sottoposte al piano di rientro dai disavanzi sanitari regionali.

 
Emendamento 5.6
Di Lauro, Sarli, Papiro, Spessotto, Torto, Testamento, Perantoni, Giordano, Corneli, Siragusa, Flati (M5S)
Si propone di prorogare al 30 gennaio 2020 (nel testo del decreto la proroga era al 1° gennaio 2021) quanto previsto dalla direttiva europea sulla sperimentazione animale.
 
Emendamento 5.7
Sarli, Di Laurio, Papiro, Spessotto, Torto, Testamento, Perantoni, Giordano, Corneli, Siragusa, Flati (M5S)
Si aggiunge qui che gli esperimenti che prevedono l'utilizzo di animali per le procedure di xenotrapianti e per i test per le sostanze d'abuso potranno essere effettuati fino al 31 maggio 2020.  
 
Emendamento 5.18 De Filippo, Di Maio, Vitiello (IV) e Emendamento 5.35 Siani, Carnevali, Rizzo Nervo, Schirò, Pini (PD)
Si interviene sulla legge di Bilancio 2019. La dirigenza amministrativa, professionale e tecnica del Servizio sanitario nazionale, in considerazione della mancata attuazione nei termini previsti della delega di cui all’articolo 11 comma 1 lettera b) della legge 124 del 7 agosto 2015, rimane nei ruoli del personale del Servizio sanitario nazionale. Con apposito Accordo, ai sensi dell’articolo 40 comma 2 del D.lgs 165 del 2001, tra Aran e Confederazioni sindacali si provvede alla modifica del Contratto collettivo quadro per la definizione delle aree e dei comparti di contrattazione per il triennio 2022-2024del 13 luglio 2016.

Emendamento 5.19
Di Maio, Vitiello (IV)
Viene modificato il comma 11-bis all'articolo 20 del Dlgs 75/2017 nel seguente modo: "Allo scopo di fronteggiare la grave carenza di personale e superare il precariato, nonché per garantire la continuità nell'erogazione dei livelli essenziali di assistenza, per il personale dirigenziale e non del Servizio sanitario nazionale, le disposizioni di cui ai commi 1 e 2 si applicano fino al 31 dicembre 2022. Ai fini del presente comma il termine per il requisito di cui al comma 1, lettera c), e al comma 2, lettera b), è stabilito alla data del 31 dicembre 2020.
 
Emendamenti 5.29 e 5.30
Rostan, Fassina, Fornaro (LEU)
Si interviene sulla legge di Bilancio 2017, per fa sì che sia prorogato (per una sola vota) di 12 mesi il requisito di innovatività per i farmaci contro l'Epatite C.
 
Emendamento 5.02
Lorenzin (PD)
Si chiarisce l'estensione ai Direttori generali degli Irccs pubblici delle disposizioni di legge in materia previdenziale relative ai Direttori generali, amministrativi e sanitari delle Asl, equiparando tutte queste figure apicali.
 
Emendamento 25.3
Moretto, Di Maio, Vitiello (IV)
Si interviene sul Dlgs 75/2017 prorogando, senza soluzione di continuità ad esaurimento, gli incarichi dei medici in attività alla data di entrata in vigore della presente legge, utilizzati dall'Inps ad esaurimento per gli accertamenti medico-legali sui dipendenti assenti dal servizio per malattia.
 
Emendamento 25.7
Ianaro, Mancina, Donno (M5S)
In tema di sperimentazione animale, viene proposto che, per finanziare lo sviluppo e ricerca di approcci alternativi, idonei a fornire lo stesso livello o un livello più alto d'informazione di quello ottenuto nelle procedure che usano animali, venga destinato un importo annuale pari ad euro 1.500.000 (nel decreto era 1 milione) per il triennio 2020-2022.
 
Viene poi inserito un comma 2-bis con il quale si prevede l'istituzione, nello stato di previsione del Ministero della Salute, di concerto con il Mef, un apposito Fondo denominato "Fondo per gli approcci alternativi". Questo Fondo verrà finanziato, oltre che dall'apposito Fondo per il recepimento della normativa europea, anche da una quota pari al 10% delle tariffe per l'autorizzazione di progetti di ricerca con l'impiego di animali a fini scientifici.
 
Emendamento 25.8
Sarli, Di Laurio, Papiro, Spessotto, Torto, Testamento, Perantoni, Giordano, Corneli, Siragusa, Flati, Donno, Mancina (M5S)
Invece che 1 milione, si propone di destinare 2 milioni per ciascuno degli anni del triennio 2020-2022, da destinare ad enti pubblici di ricerca individuati con decreto del Ministero della Salute di concerto con il Ministero dell'Università e Ricerca per le attività di ricerca e sviluppo di metodi sostitutivi all'utilizzo di animali per le sperimentazioni.  
 
Emendamento 25.9
Di Lauro, Sarli, Papiro, Spessotto, Torto, Testamento, Perantoni, Giordano, Corneli, Siragusa, Flati, Mancina, Donno (M5S) 
Si propone di sostituire così il comma 2 al capoverso c-bis. destinare 1 milione per ciascuno degli anni del triennio 2020-2022, da destinare ad enti pubblici di comprovata esperienza nell'ambito dei metodi alternativi, per attività di ricerca e sviluppo di metodi sostitutivi all'utilizzo di animali per la sperimentazione sulle sostanze d'abuso e sugli xenotrapianti.  
 
Emendamento 25.10
Di Lauro, Sarli, Papiro, Spessotto, Torto, Testamento, Perantoni, Giordano, Corneli, Siragusa, Flati (M5S)
Si propone di moficiare anche qui di modificare il comma 2 al capoverso c-bis, destinando non 1 milione ma 2 milioni.  
 
Emendamento 25.11
Sarli, Di Laurio, Papiro, Spessotto, Torto, Testamento, Perantoni, Giordano, Corneli, Siragusa, Flati (M5S)
Si specifica che l'80% delle risorse destinate allo sviluppo e ricerca di approcci alternativi venga destinata agli Izs ed enti pubblici di ricerca, individuati con decreto del Ministero della Salute di concerto con il Ministero dell'Università e Ricerca.
 
Emendamento 25.15
Bologna, Donno, Mancina (M5S)
Vengono inseriti nuovi requisiti necessari all'inserimento nell'Albo nazionale dei Direttori generali.  
 
Emendamento 25.20
Schirò, Carnevali, Siani, Rizzo Nervo, Pini (PD)
Il personale precario non dirigenziale impiegato a qualunque titolo da Aifa, da almeno 24 mesi all'entrata in vigore di questo decreto, ha facoltà di transitare definitivamente nei ruoli, nei limiti delle dotazioni organiche. Per l'immissione in ruolo, questi dovranno accedere ad una selezione attraverso la valutazione di titoli e di una sessione speciale di esame.   
 
Emendamento 25.21
Noja, Di Maio, Vitiello (IV)
In tema di screening neonatali, si spiega, in sede di prima applicazione, la revisione periodica almeno biennale della lista delle patologie da ricercare attraverso lo screening neonatale deve essere completata entro il 30 giugno 2020. Inoltre, per l'inserimento nei Lea degli accertamenti diagnostici neonatali con l'applicazione dei metodi aggiornati alle evidenze scientifiche disponibili, per la diagnosi precoce di patologie metaboliche ereditarie, vengono stanziate nuove risorse: 21,7 milioni per il 2020 e 23,7 milioni a decorrere dal 2021.  
 
Emendamento 25.34
Troiano, Donno, Mancina (M5S)
In tema di cure palliative e terapie del dolore, vengono inserite tra le figure professionali riconosciute anche quelle afferenti alla medicina di comunità e delle cure primarie.
 
Emendamento 25.48
Lorefice, Donno, Mancina (M5S)
Viene incrementata dello 0,2% la quota del Fondo sanitario nazionale destinata alla ricerca.
 
Emendamento 25.49
Lapia, Donno, Mancina (M5S)
Per assicurare l'assistenza ai bambini affetti da malattia oncologica, lo stanziamento di 5 milioni di euro per l'anno 2020 previsto dalla legge di Bilancio 2018 viene incrementato di ulteriori 2 milioni di euro.
 
Emendamento 25.015
Siani, Carnevali, Rizzo Nervo, Pini, Schirò (PD)
A decorrere dal 2020 viene autorizzata una spesa di 2 milioni per l'attivazione e l'operatività dell'unità per l'alto isolamento dell'Istituto nazionale per le malattie infettive Spallanzani di Roma.
 
Emendamento 25.016
Carnevali, Lorefice, Rostan, De Filippo, Siani, Rizzo Nervo, Schirò, Pini (PD-M5S-IV)
Per il biennio 2020-2021 si prevede l'avvio in via sperimentale di uno screening gratuito per il nati dal 1969 al 1989, per i soggetti seguiti dai Sert e per i detenuti in carcere, al fine di prevenire, eliminare ed eradicare il virus dell'Epatite C.
 
Emendamento 25.018
Pini, Carnevali, Siani, Rizzo Nervo, Schirò (PD)
Per il triennio 2020-2022 l'Inmp viene autorizzato al completamento delle propria dotazione organica.
 
Emendamento 25.025
Rostan, Fassina, Fornaro (LeU)
Per procedere alla valutazione scientifica dell'impatto ambientale dei farmaci veterinari e di produrre i rapporti di valutazione relativi all'immissione in commercio dei farmaci stessi, nonché al potenziamento e aggiornamento della banca dati per la completa tracciabilità dei medicinali veterinari nell'intera filiera distributiva viene istituito un fondo di parte corrente presso il Ministero della Salute per il triennio 2020-2022 per un importo pari a 3 milioni di euro annui.
 
Giovanni Rodriquez
23 gennaio 2020
Ultimi articoli in Governo e Parlamento
IlFarmacistaOnline.it
Quotidiano della Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani: www.fofi.it
Direttore responsabile
Andrea Mandelli
Editore
Edizioni Health Communication srl
contatti
P.I. 08842011002
Riproduzione riservata.
Copyright 2010 © Health Communication Srl. Tutti i diritti sono riservati | P.I. 08842011002 | iscritta al ROC n. 14025 | Per la Uffici Commerciali Health Communication Srl
80584