Quotidiano della Federazione Ordini Farmacisti Italiani
Venerdì 03 FEBBRAIO 2023
Scienza e Farmaci
Segui ilFarmacistaOnline
Scienza e Farmaci
Farmacie. Cresce vendita di analgesici e prodotti per la tosse a fine anno. I Dati Iqvia
Malgrado la carenza in farmacia di alcuni di questi prodotti, è aumentata nel 2022 la vendita di analgesici (+40% a valori) arrivando a 288 mln di euro. I prodotti per la tosse sono cresciuti del 78% rispetto al 2021 (388 mln di euro). Cala la vendita di mascherine e cresce quella di test Covid del 88%
13 GEN -

È stato un anno di ripresa per la farmacia in Italia con un aumento a valori del 4,6%, rispetto al 2021, a 25,7 miliardi di euro. A volumi la crescita è stata del 4,4%. Il comparto del farmaco da prescrizione (etico) è aumentato a valori del 2,2% a 14,3 miliardi di euro e del 2,1% a volumi. Mentre il segmento commerciale (prodotti da banco senza obbligo di prescrizione, prodotti nutrizionali, integratori, parafarmaci, creme e cosmetici) ha visto un aumento del 7,7% a valori a 11,4 miliardi di euro, con un aumento a volumi del 7,8%.

Sono questi i primi dati delle vendite in farmacia nel 2022 anticipati da IQVIA, il provider globale di dati, analisi, ricerca clinica, consulenza e tecnologie innovative in ambito sanitario e farmaceutico.
Un bilancio positivo per la vendita nelle farmacie italiane che in queste settimane stanno fronteggiando la carenza di alcuni prodotti.

“In questo momento le sfide sia per l’industria farmaceutica che per i farmacisti sono tante – ha dichiarato Antonella Levante, senior vice president e general manager di IQVIA Italia – stiamo assistendo, per esempio, a una mancanza di disponibilità di principi attivi e dei materiali per l’imballaggio, dalla carta all’alluminio e al vetro. Inoltre, l’innalzamento dei costi dell’energia impattano su tutta la filiera, anche sulla logistica. Gli strumenti messi in campo per evitare che qualche paziente possa rimanere senza il farmaco prescritto sono tanti, da parte di tutti: Ministero della Salute, AIFA, industria, farmacisti e catena di distribuzione”.

Secondo i dati di IQVIA, a dicembre del 2022 c’è stato un vistoso aumento nella vendita di prodotti per le sindromi invernali. Malgrado la carenza in farmacia di alcuni di questi prodotti, è aumentata la vendita di analgesici nel 2022 (+40% a valori) arrivando a 288 milioni di euro. Per analgesici si intende, per esempio, il paracetamolo, l’aspirina e l’ibuprofene utili anche per le loro proprietà antipiretiche.

Anche i prodotti per la tosse hanno registrato un forte aumento. Nel 2022, questi prodotti hanno visto un aumento a valori del 78% rispetto all’anno prima a 388 milioni di euro, con un aumento rilevante nelle ultime settimane dell’anno.

Nel 2022, c’è stato invece un calo vistoso nella vendita di mascherine rispetto all’anno precedente (-34%) e di igienizzanti per le mani (-44%), mentre la vendita di test Covid è aumentata del 88% nell’anno con un picco nelle ultime settimane dell’anno in coincidenza con la stagione influenzale.

Per quanto concerne i prodotti commerciali, si segnala le ottime performance di segmenti come vitamine e integratori (+8%). Anche i probiotici hanno visto un aumento di fatturato nell’ultimo anno del 13% a 536 milioni di euro.

13 gennaio 2023
Ultimi articoli in Scienza e Farmaci
IlFarmacistaOnline.it
Quotidiano della Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani: www.fofi.it
Direttore responsabile
Andrea Mandelli
Editore
Edizioni Health Communication srl
contatti
P.I. 08842011002
Riproduzione riservata.
Copyright 2010 © Health Communication Srl. Tutti i diritti sono riservati | P.I. 08842011002 | iscritta al ROC n. 14025 | Per la Uffici Commerciali Health Communication Srl
110229