Quotidiano della Federazione Ordini Farmacisti Italiani
Lunedì 16 LUGLIO 2018
Studi e Analisi
Segui ilFarmacistaOnline
Studi e Analisi
Più investimenti contro le malattie non trasmissibili faranno risparmiare 350 miliardi di dollari e 8,2 milioni di vite entro il 2030. Rapporto Oms
Pubblicato il nuovo rapporto “Salvare vite umane, spendendo meno: una risposta strategica alle NCD" in cui si illustrano per la prima volta le esigenze di finanziamento e il ritorno degli investimenti delle politiche di "spesa migliore" economicamente convenienti e fattibili dall'Oms per proteggere le persone dalle malattie non trasmissibili (NCD) ), le principali cause di salute e morte nel mondo. IL RAPPORTO.
17 MAG - Un nuovo rapporto dell'Oms appena pubblicato, mostra che i paesi più poveri del mondo possono guadagnare 350 miliardi di dollari entro il 2030 aumentando gli investimenti nella prevenzione e nel trattamento di malattie croniche, come le malattie cardiache e il cancro, che costano un ulteriore 1,27 dollari USA a persona all'anno. Tali azioni farebbero risparmiare più di 8 milioni di vite nello stesso periodo.

Le malattie non trasmissibili (NCD), comprese le malattie cardiovascolari, il cancro, il diabete, le malattie respiratorie croniche e i disturbi mentali, tendono a essere di lunga durata e sono il risultato di una combinazione di fattori genetici, fisiologici, ambientali e comportamentali. 

L'uso del tabacco, l'inattività fisica, l'uso dannoso di alcol e diete malsane aumentano il rischio di morire da una NCD. La rilevazione, lo screening, il trattamento e le cure palliative sono componenti chiave della risposta alle malattie non trasmissibili. L'Oms riconosce anche che l'inquinamento atmosferico è un fattore di rischio critico per questo tipo di patologie.

Il nuovo rapporto, intitolato “Salvare vite umane, spendendo meno: una risposta strategica alle NCD" , illustra per la prima volta le esigenze di finanziamento e il ritorno degli investimenti delle politiche di "spesa migliore" economicamente convenienti e fattibili dall'Oms per proteggere le persone dalle malattie non trasmissibili (NCD) ), le principali cause di salute e morte nel mondo.

Il rapporto dimostra che per ogni dollaro USA investito in azioni mirate per affrontare le malattie non trasmissibili nei paesi a basso e medio reddito (LLMIC), il ritorno previsto per la società sarà di almeno 7 dollari USA in termini di aumento dell'occupazione, della produttività e di una vita più lunga.

"Il messaggio generale di questo importante nuovo rapporto dell'Oms è ottimista", afferma il direttore generale Tedros Adhanom Ghebreyesus. "Affrontare le malattie non trasmissibili è un'opportunità per migliorare la salute e le economie".
Se tutti i paesi utilizzassero questi interventi, il mondo si avvicinerebbe significativamente al raggiungimento dell'obiettivo di Sviluppo sostenibile 3.4 per ridurre la morte prematura da malattie non trasmissibili di un terzo entro il 2030.

Tra gli interventi di "spesa migliore" più efficaci sono le tasse sul tabacco e sull'alcol, la riduzione dell'assunzione di sale attraverso la riformulazione dei prodotti alimentari, la somministrazione di terapia farmacologica e consulenza per le persone che hanno avuto un infarto o ictus, la vaccinazione per le ragazze di età compresa tra 9 e 13 anni contro il papillomavirus umano e gli screening per le donne di età compresa tra 30 e 49 anni per il cancro cervicale.

"Le NCD impongono ingenti costi economici che sono più pesanti nei paesi a basso e medio reddito. Questo rapporto illustra le azioni contro le NCD dal punto di vista del business e delinea alcuni dei modi efficaci per ridurre il loro tributo e aiutare a indirizzare più risorse dove sono maggiormente necessarie", afferma Michael R. Bloomberg, ambasciatore globale dell'Oms per le malattie non trasmissibili.

I LLMIC attualmente sopportano il peso delle morti premature da NCD: quasi la metà (7,2 milioni) dei 15 milioni di persone che muoiono a livello mondiale ogni anno tra i 30 ei 70 anni proviene dai paesi più poveri del mondo. Tuttavia, il finanziamento globale per le malattie non trasmissibili è limitato: meno del 2% di tutti i finanziamenti per la salute.

Ma il rapporto indica che l'adozione di misure efficaci per prevenire e controllare le malattie non trasmissibili ha un costo aggiuntivo di 1,27 USD per persona all'anno nei paesi a basso e medio reddito.

I guadagni di salute derivanti da questo investimento genereranno a loro volta 350 miliardi di dollari USA attraverso i costi per curare la salute evitati e l'aumento della produttività entro il 2030, e si risparmierebbero nello stesso periodo 8,2 milioni di vite.

Per ogni dollaro americano investito in ciascuna area, sono stati documentati i seguenti rendimenti:
- US $ 12,82 dalla promozione di diete sane
- US $ 9,13 dalla riduzione dell'uso dannoso di alcol
- US $ 7,43 da un minor uso di tabacco
- US $ 3,29 dalla fornitura di terapie farmacologiche per le malattie cardiovascolari
- US $ 2,80 dall'aumento dell'attività fisica
- US $ 2,74 dalla gestione del cancro
Le NCD uccidono 41 milioni di persone ogni anno, il 71% di tutti i decessi a livello mondiale. Il numero di morti per NCD è in aumento in tutto il mondo, incluso nei paesi a basso e medio reddito. 
 
Come tutte le patologie croniche, le malattie non trasmissibili sono particolarmente dannose per le famiglie soprattutto in ambienti a risorse limitate, poiché un trattamento lungo e costoso prosciuga le risorse domestiche, costringe le famiglie alla povertà e soffoca lo sviluppo. 

“Salvare vite umane, spendendo meno: una risposta strategica alle NCD” fa un chiaro invito ai donatori a sostenere i governi offrendo finanziamenti come catalizzatore per il ridimensionamento delle politiche di "spesa migliore" che salverebbero milioni di vite.
 
 
17 maggio 2018
Ultimi articoli in Studi e Analisi
IlFarmacistaOnline.it
Quotidiano della Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani: www.fofi.it
Direttore responsabile
Andrea Mandelli
Direttore editoriale
Cesare Fassari
Editore
Edizioni Health Communication srl
contatti
P.I. 08842011002
Riproduzione riservata.
Copyright 2010 © Health Communication Srl. Tutti i diritti sono riservati | P.I. 08842011002 | iscritta al ROC n. 14025 | Per la Uffici Commerciali Health Communication Srl
378