Quotidiano della Federazione Ordini Farmacisti Italiani
20 AGOSTO 2017
Studi e Analisi
Segui ilFarmacistaOnline
Studi e Analisi
Obamacare. Cresce l'incertezza repubblicana sull'annullamento della riforma. Trump cerca consensi. Le borse tremano
Molti repubblicani non sono più convinti che vada abolito Obamacare, lasciando 22 milioni di americani senza assicurazione sanitaria. Il partito porva a stringere i ranghi, ma se ne dovrà riparlare dopo la pausa del 4 luglio e cercare di farcela prima di agosto. Intanto le borse vanno giù.
28 GIU - I leader repubblicani del Senato Usa hanno rinviato il voto sulla revisione dell’assistenza sanitaria dopo la contrarietà manifestata dai membri del loro stesso partito e il presidente Donald Trump ha convocato i senatori repubblicani alla Casa Bianca per esortarli a rompere l'impasse. Il ritardo accende i dubbi sulla supremazia repubblicana in bilico tra moderati e conservatori. Con i democratici uniti nella loro opposizione, i repubblicani possono permettersi di perdere solo due voti tra i propri ranghi al Senato.  

Il leader della maggioranza al Senato Mitch McConnell aveva spinto per un voto prima del 4 luglio. La nuova norma dovrebbe abrogare i principali elementi di Obamacare e ridurre il programma di assistenza sanitaria del governo al Medicaid per i poveri. "Stiamo insistendo", ha detto McConnell dopo aver annunciato il ritardo, aggiungendo che i leader sono al lavoro per tranquillizzare i senatori. "Siamo ottimisti sul fatto che raggiungeremo un risultato migliore di quello possibile nella situazione attuale".    
 
Nel corso della riunione alla Casa Bianca con la maggior parte dei 52 senatori repubblicani, Trump ha detto che è di vitale importanza raggiungere un accordo sulla misura sanitaria al Senato perché Obamacare era "orientato verso il basso." "Stiamo ragionando e stiamo vedendo cosa possiamo fare. Ci siamo molto vicini", ha detto Trump ai senatori. Ma ha aggiunto: "Se non riusciremo, è solo perché è qualcosa non ci piace e allora va bene così."    

 
McConnell, il cui partito ha una maggioranza risicata tra i 100 membri del Senato, ha detto ai giornalisti che i leader repubblicani avrebbero lavorato tutta la settimana per conquistare i 50 senatori necessari per far passare il disegno di legge, con il voto previsto dopo la pausa del 4 luglio. Il Vice presidente Mike Pence potrebbe dare il voto necessario a evitare un pareggio. "Penso che possiamo ottenere 50 voti favorevoli per la fine della settimana", ha detto il senatore repubblicano Roger Wicker dopo l'incontro alla Casa Bianca.    
 
Cresce l’opposizione repubblicana

La Camera dei rappresentanti il mese scorso ha approvato una propria versione di un disegno di legge di assistenza sanitaria, ma il disegno di legge del Senato è stato criticato sia a sinistra che a destra. I repubblicani moderati sono preoccupati per i milioni di persone che perderebbero la loro assicurazione. I conservatori invece hanno affermato che il disegno di legge non è sufficiente a cancellare Obamacare.    
 

Le prospettive del disegno di legge non hanno avuto una spinta dall’analisi del Congressional Budget Office il quale ha affermato che avrebbe causato per 22 milioni di americani la perdita dell'assicurazione sanitaria nel prossimo decennio, anche se avrebbe contemporaneamente ridotto il deficit federale di 321 miliardi di dollari nello stesso periodo.    
 

Il rapporto ha spinto il senatore Susan Collins, repubblicano moderato, a non sostenere il disegno di legge nella sua forma attuale e almeno altri quattro senatori repubblicani conservatori hanno affermato di essere contrari dopo l'analisi CBO.
 

Altri tre repubblicani, Rob Portman dell'Ohio, Jerry Moran del Kansas e Shelley Moore Capito del West Virginia, dopo il ritardo si sono opposti all'attuale progetto. Portman e Capito hanno citato i tagli al Medicaid del disegno di legge e come questi sarebbero stati nocivi anche agli sforzi in campo per combattere l'epidemia di oppiacei che nei loro stati ha riscosso un pesante tributo. Il programma Medicaid era stato ampliato dopo la firma dell'ex presidente Barack Obama.    
 
"Penso che dare il tempo di digerire il cambiamento sia una buona cosa", ha affermato il senatore repubblicano Bob Corker dopo il ritardo annunciato.    

 
"Incertezza" a Wall Street

I valori delle azioni Usa sono scesi dopo la decisione di rinviare il voto, per le preoccupazioni degli investitori sulla capacità di Trump di mantenere le sue promesse anche di riforma fiscale e di deregolamentazione, alla stessa stregua di quelle nel settore sanitario.     
 

L'indice di riferimento S&P 500 ha chiuso allo 0,8 per cento, e il Dow Jones è finito giù dello 0,46 per cento. “Il mercato ama certezze che ora non ci sono” ha detto Peter Costa, presidente del trading firm Empire Executions Inc.    
 

Se la misura fosse passata sarebbe stata una vittoria per Trump che ora cerca di spostare l'attenzione con le domande sul ruolo della Russia nelle elezioni presidenziali degli Stati Uniti dello scorso annoMcConnell aveva promesso dal 2010 che i repubblicani, che vedono Obamacare come un costo in più per il governo, avrebbero distrutto la legge "dalla radice ai  rami" se avessero avuto il controllo del Congresso e della Casa Bianca. Ora i repubblicani temono che un fallimento possa costare loro voti nelle elezioni al Congresso del prossimo anno.    
 
Se al Senato passerà un disegno di legge sull’assistenza sanitaria, dovrà essere approvato dalla Camera e le due camere avrebbero dovuto accordarsi sulle differenze in commissione. In caso contrario, potrebbe passare una nuova versione ed essere rispedita al Senato.    
I parlamentari interromperanno l’attività per la pausa del 4 luglio che durerà anche la settimana successiva. Il Senato tornerà al lavoro il 10 luglio, la Camera l’11 luglio. I parlamentari hanno quindi tre settimane di lavoro prima che arrivi lo stop del mese di agosto
28 giugno 2017
Ultimi articoli in Studi e Analisi
IlFarmacistaOnline.it
Quotidiano della Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani: www.fofi.it
Direttore responsabile
Andrea Mandelli
Direttore editoriale
Cesare Fassari
Editore
Edizioni Health Communication srl
contatti
P.I. 08842011002
Riproduzione riservata.
Copyright 2010 © Health Communication Srl. Tutti i diritti sono riservati | P.I. 08842011002 | iscritta al ROC n. 14025 | Per la Uffici Commerciali Health Communication Srl
430