Quotidiano della Federazione Ordini Farmacisti Italiani
Lunedì 26 OTTOBRE 2020
Scienza e Farmaci
Segui ilFarmacistaOnline
Scienza e Farmaci
Ipertensione nel diabete di tipo 2. Occhio all’alcol
Una ricerca condotta nell’ambito dello studio Accord – disegnato per indagare se è possibile ridurre l’incidenza delle cardiopatie nei pazienti con diabete di tipo 2 – ha messo in evidenza una stretta correlazione tra alcol e ipertensione in questa categoria di pazienti. Il campanello di allarme di accende già con un consumo moderato, pari a 8-14 drink alla settimana.
21 SET - (Reuters Health) – L’assunzione di otto o più bevande alcoliche in una settimana può aumentare il rischio di ipertensione negli adulti con diabete di tipo 2. È quanto emerge da uno studio pubblicato dal Journal of the American Heart Association.
 
“Più è elevato il numero di drink, maggiore è l’aumento della gravità dell’ipertensione”, scrivono Matthew Singleton e colleghi, della Wake Forest School of Medicine di Winston-Salem.
 
Lo studio. Il team di ricercatori ha analizzato i dati relativi a oltre 10.000 partecipanti allo studio ACCORD, disegnato per indagare se è possibile ridurre l’incidenza di cardiopatia nei pazienti con diabete di tipo 2 concentrandosi sul controllo dei fattori di rischio come ipertensione, glicemia e lipidi.

I ricercatori hanno preso in esame le risposte alla domanda sul consumo di alcool autosegnalato. Un consumo leggero corrispondeva a 1-7 drink a settimana, un consumo moderato era definito come 8-14 drink a settimana e un consumo elevato era costituito da 15 o più drink a settimana.

Un consumo leggero di alcol non si associava a pressione arteriosa elevata, mentre un consumo moderato era già significativamente legato a pressione elevata (odds ratio, 1,79), ipertensione di stadio 1 (OR, 1,66) e ipertensione di stadio 2 (OR, 1,62).

Lo stesso valeva per il consumo elevato, con odds ratio rispettivamente di 1,91, 2,49 e 3,04.

L’American Heart Association ha pubblicato nuove linee guida per l’ipertensione nel 2017, che hanno abbassato la soglia per gli stadi 1 e 2. “Queste modifiche potrebbero portare a nuove evidenze e scoperte sulle associazioni tra alcool e ipertensione”.

Fonte: Journal of the American Heart Association

Carolyn Crist

(Versione Italiana Quotidiano Sanità/Popular Science)
21 settembre 2020
Ultimi articoli in Scienza e Farmaci
iPiùLetti [ultimi 7 giorni]
IlFarmacistaOnline.it
Quotidiano della Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani: www.fofi.it
Direttore responsabile
Andrea Mandelli
Editore
Edizioni Health Communication srl
contatti
P.I. 08842011002
Riproduzione riservata.
Copyright 2010 © Health Communication Srl. Tutti i diritti sono riservati | P.I. 08842011002 | iscritta al ROC n. 14025 | Per la Uffici Commerciali Health Communication Srl
88126