Quotidiano della Federazione Ordini Farmacisti Italiani
Lunedì 05 DICEMBRE 2022
Scienza e Farmaci
Segui ilFarmacistaOnline
Scienza e Farmaci
OMS al lavoro con scienziati di tutto il mondo per identificare i patogeni che potrebbero causare future epidemie e pandemie
A partire da un incontro tenutosi lo scorso venerdì, 18 novembre, l'OMS ha in agenda la convocazione di oltre 300 scienziati che prenderanno in considerazione le prove su oltre 25 famiglie di virus e batteri, oltre alla "Malattia X". La Malattia X, spiega l'Oms, è stata inclusa per indicare un agente patogeno sconosciuto che potrebbe causare una grave epidemia internazionale. Gli esperti consiglieranno un elenco di agenti patogeni prioritari che necessitano di ulteriori ricerche e investimenti. Il nuovo elenco dovrebbe essere pronto nel primo trimestre del 2023.
22 NOV -

L'OMS sta avviando un processo scientifico globale per aggiornare l'elenco dei patogeni prioritari - agenti che possono causare epidemie o pandemie - per guidare gli investimenti globali, la ricerca e lo sviluppo (R&S), in particolare nei vaccini, nei test e nei trattamenti.

A partire da un incontro tenutosi lo scorso venerdì, 18 novembre, l'OMS ha in agenda la convocazione di oltre 300 scienziati che prenderanno in considerazione le prove su oltre 25 famiglie di virus e batteri, oltre alla "Malattia X".

La Malattia X, spiega l'Oms, è stata inclusa per indicare un agente patogeno sconosciuto che potrebbe causare una grave epidemia internazionale.

Gli esperti consiglieranno un elenco di agenti patogeni prioritari che necessitano di ulteriori ricerche e investimenti. Il processo includerà sia criteri scientifici che di salute pubblica, nonché criteri relativi all'impatto socioeconomico, all'accesso e all'equità.

L'elenco è stato pubblicato per la prima volta nel 2017 e l'ultimo esercizio di definizione delle priorità è stato svolto nel 2018. L'elenco attuale comprende COVID-19, febbre emorragica di Crimea-Cong, malattia da virus Ebola e malattia da virus Marburg, febbre di Lassa, sindrome respiratoria mediorientale (MERS) e sindrome respiratoria acuta grave (SARS), Nipah e malattie enipavirali, febbre della Rift Valley, Zika e Malattia X.

“Prendere di mira i patogeni prioritari e le famiglie di virus per la ricerca e lo sviluppo di contromisure è essenziale per una risposta rapida ed efficace a epidemie e pandemie. Senza significativi investimenti in ricerca e sviluppo prima della pandemia di COVID-19, non sarebbe stato possibile sviluppare vaccini sicuri ed efficaci in tempi record", ha affermato il dott. Michael Ryan, direttore esecutivo del programma per le emergenze sanitarie dell'OMS.

Per quei patogeni identificati come prioritari, il Progetto di R&S dell'OMS per le epidemie svilupperà una road map per la ricerca e se servirà saranno sviluppati i profili dei prodotti target, che informano gli sviluppatori sulle specifiche desiderate per vaccini, trattamenti e test diagnostici.

"Questo elenco di agenti patogeni prioritari è diventato un punto di riferimento per la comunità di ricerca su dove concentrare le energie per gestire la prossima minaccia", ha affermato il dott. Soumya Swaminathan, scienziato capo dell'OMS che ha rimarcato come si sia “sviluppato insieme a esperti del settore concordando, come comunità di ricerca globale, dove investire energia e fondi per sviluppare test, trattamenti e vaccini".

L'elenco rivisto dovrebbe essere pubblicato nel primo trimestre del 2023.

22 novembre 2022
Ultimi articoli in Scienza e Farmaci
iPiùLetti [ultimi 7 giorni]
IlFarmacistaOnline.it
Quotidiano della Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani: www.fofi.it
Direttore responsabile
Andrea Mandelli
Editore
Edizioni Health Communication srl
contatti
P.I. 08842011002
Riproduzione riservata.
Copyright 2010 © Health Communication Srl. Tutti i diritti sono riservati | P.I. 08842011002 | iscritta al ROC n. 14025 | Per la Uffici Commerciali Health Communication Srl
109128