Quotidiano della Federazione Ordini Farmacisti Italiani
Mercoledì 21 FEBBRAIO 2018
Regioni e Asl
Segui ilFarmacistaOnline
Regioni e ASL
Veneto. Disabilità. Oltre l’80% degli edifici scolastici senza barriere architettoniche
La Regione è terza in Italia per accessibilità delle scuole. Da migliorare i percorsi tattili e la disponibilità di postazioni informatiche accessibili anche ai disabili. Solo 1 scuola su 4 ha servizi di trasporto dedicati agli alunni disabili.
02 FEB - In Veneto, quasi 9 scuole su 10 hanno adottato accorgimenti per superare le barriere architettoniche ed essere accessibili a persone con disabilità, nonostante la gran parte di essi abbia più di 40 anni.
È uno dei dati presenti nel bollettino mensile dell’Ufficio statistica della Regione Veneto. (“Statistiche Flash”) che ha svolto una panoramica sulle condizioni dell’edilizia scolastica in Veneto.

Nel dettaglio, il 57 per cento dei 4.433 edifici scolastici pubblici presenti nella regione è precedente al 1976. L’età media del parco scuole in Veneto, seconda regione d’Italia per numero di scuole dopo la Lombardia, è quindi superiore alla media nazionale, pari al 50,4% degli edifici anteriori al 1976.

Nonostante una certa vetustà, le scuole venete hanno adottato significativi accorgimenti per migliorare la qualità delle strutture, abbattere le barriere architettonici e migliorare l’efficienza energetica e la sostenibilità ambientale degli edifici: l’87 per cento delle scuole ha introdotto pedane,  montascale, rampe, servizi igienici accessibili ai disabili. In particolare, l’82 per cento delle scuole primarie e oltre l’83% delle scuole secondarie di primo grado dispone di servizi igienici accessibili anche ai disabili; quasi l’86 per cento delle scuole secondarie e il 79 per cento delle scuole primarie ha ovviato al problema scale.
Nella classifica delle regioni italiane, il Veneto si posiziona al terzo posto, dopo Valle D’Aosta e Piemonte, in rapporto agli interventi di superamento delle barriere architettoniche.

Resta però molto da fare per migliorare l’accessibilità: per esempio solo il 26 per cento delle scuole primarie e medie ha percorsi a rilievo tattile e meno della metà offre percorsi interamente accessibili sia all’interno che all’esterno. O, ancora, le postazioni informatiche accessibili anche ai disabili sono presenti in poco più di due terzi delle scuole primarie e in tre quarti delle scuole secondarie (contro, rispettivamente, l’84,5% e l’85,7% dell’Emilia Romagna, la regione leader nella graduatoria dell’inclusione scolastica informatica).

Complessivamente, le scuole venete risultano più accessibili della media italiana in termini di raggiungibilità e trasporti: il 92 % è raggiungibile con mezzi privati, il 45% è collegato con servizi di trasporto urbano, il 46 per cento con servizi di trasporto extraurbano.
Il 74%, poi, dispone del servizio scuolabus, a fronte di un dato medio italiano del 62 %. Tuttavia, solo il 26 % dispone di un servizio di trasporto  dedicato agli alunni disabili, a fronte della media italiana del 41 %.
02 febbraio 2018
Ultimi articoli in Regioni e ASL
IlFarmacistaOnline.it
Quotidiano della Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani: www.fofi.it
Direttore responsabile
Andrea Mandelli
Direttore editoriale
Cesare Fassari
Editore
Edizioni Health Communication srl
contatti
P.I. 08842011002
Riproduzione riservata.
Copyright 2010 © Health Communication Srl. Tutti i diritti sono riservati | P.I. 08842011002 | iscritta al ROC n. 14025 | Per la Uffici Commerciali Health Communication Srl
323