Quotidiano della Federazione Ordini Farmacisti Italiani
20 AGOSTO 2017
Regioni e Asl
Segui ilFarmacistaOnline
Regioni e ASL
Riforma cronicità in Lombardia. Dal Tar nessuna sospensiva. A settembre nuove udienze
Soddisfatto l'assessore Gallera per l'esito dell’udienza di ieri sui ricorsi presentati da alcune associazioni di medici contro la riforma regionale. “Dopo questo ulteriore segnale positivo anche da parte dei giudici del Tar, auspichiamo che quei medici di base non ancora convinti della bontà e utilità del progetto possano seguire l'esempio dei numerosi colleghi che già hanno deciso di aderirvi”.
26 LUG - “Nessuno stop dal Tar al percorso innovativo per la presa in carico di 3 milioni di pazienti cronici lombardi. Contrariamente a quanto predetto dall’Umi (Unione medici italiani), ieri, non è arrivata nessuna sospensiva dal Tribunale Amministrativo regionale. La nostra riforma del sistema sanitario regionale ègiusta e va avanti a gonfie vele”. Così l'assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera commenta gli esiti dell’udienza di ieri del Tar, chiamato ad esprimersi sui ricorsi presentati da alcune associazioni di medici di medicina generale contro la riforma regionale per la gestione delle cronicità. Ieri, dunque, non è arrivata alcuna sospensiva alle delibere regionali. Ma i giudici torneranno ad esprimersi a settembre, con nuove udienze sui ricorsi presentati anche da altre associazioni dei medici.

“Una decisione sulla quale confidavamo - ha detto Gallera - vista la coerenza degli atti col Piano Nazionale Cronicità. Nelle nostre delibere, contrariamente a quanto insinuato dai ricorrenti, non vi e' alcun danno, tanto meno attuale e irreparabile, per la categoria dei medici delle cure primarie, che anzi dal processo assistenziale avviato potranno ricavare occasioni di crescita professionale, grazie al confronto con gli specialisti e alla piena integrazione della rete di offerta”.

L’auspicio di Gallera è che “dopo questo ulteriore segnale positivo anche da parte dei giudici del Tar, quei medici di base non ancora convinti della bontà e utilità del progetto possano seguire l'esempio dei numerosi colleghi che gia' hanno deciso di aderirvi. Regione vuole fortemente averli come partner in questa grande sfida, che ha come unico obiettivo migliorare la qualità della vita dei cittadini più fragili”.
 
Già arruolati 130 medici nella cooperativa per gestione cronicità in Lombardia. “La decisione del Tar Lombardia di non sospendere i provvedimenti previsti dalle delibere di presa in carico dei pazienti cronici ci rasserena e ci permette di impegnarci serenamente nella realizzazione del percorso cronicità, mettendo a disposizione dei nostri soci le capacità organizzative e gestionali che ci hanno distinti in questi anni” ha dichiarato Leonardo Vegetti presidente della cooperativa di medici Gst che opera nell’area ovest dell’Ats di Milano.
 
“Attualmente – ha aggiunto Vegetti – la nostra cooperativa ha raccolto 100 manifestazioni di interesse di medici di famiglia a pediatri nella Ats città di Milano metropolitana e 30 nella Ats Insubria, ma proseguono ulteriori contatti per incrementare il numero dei partecipanti al progetto cronicità in vista della scadenza del 31 luglio”.
26 luglio 2017
Ultimi articoli in Regioni e ASL
IlFarmacistaOnline.it
Quotidiano della Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani: www.fofi.it
Direttore responsabile
Andrea Mandelli
Direttore editoriale
Cesare Fassari
Editore
Edizioni Health Communication srl
contatti
P.I. 08842011002
Riproduzione riservata.
Copyright 2010 © Health Communication Srl. Tutti i diritti sono riservati | P.I. 08842011002 | iscritta al ROC n. 14025 | Per la Uffici Commerciali Health Communication Srl
358