Quotidiano della Federazione Ordini Farmacisti Italiani
26 SETTEMBRE 2021
Lavoro e Professioni
Segui ilFarmacistaOnline
Lavoro e Professioni
Vaccini Covid. Da metà luglio nelle farmacie del Lazio si vaccinerà anche con Moderna
Le forniture del vaccino mRna consentiranno di vaccinare in sicurezza anche gli under 60, per i quali oggi è precluso Astrazeneca e sconsigliato il J&J. Attualmente in farmacia si somministra proprio il monodose della Janssen. “Lo facciamo dopo una attenta anamnesi. E ai più giovani, o in caso di dubbio, consigliamo di aspettare e richiedere un mRna”, spiega il presidente di Federfarma Lazio, Eugenio Leopardi. Che sull’arrivo di Moderna commenta: “E’ una buona notizia. Se ci saranno le dosi, saremo pronti”.
18 GIU - Il Lazio si prepara a far arrivare nelle farmacie il vaccino Moderna oltre che il monodose J&J. La notizia, annunciata dalla Regione, è stata confermata al nostro giornale dal presidente di Federfarma Lazio, Eugenio Leopardi, che spiega: “Si tratta di una soluzione decisa a seguito dello stop delle somministrazioni di Astrazeneca agli under 60”. Attualmente nelle farmacie laziali viene usato il monodose J&J. Per questo vaccino non sono previste restrizioni ma le indicazioni ne raccomandano comunque l’uso sopra i 60 anni, trattandosi di un vaccino a vettore virale come l’Astrazeneca. Una situazione che rischia di creare problemi alla campagna vaccinale e di tagliare fuori una grande fetta di cittadini dall’opportunità di ricevere il vaccino in farmacia. Da qui la decisione di far compiere alle farmacie un ulteriore passo avanti nella campagna vaccinale.

“Il ruolo delle farmacie si intensifica”, osserva Lepardi che assicura: “Se ci saranno le dosi, il 15 luglio ci faremo trovare pronti a partire con le somministrazioni di Moderna”. Al momento Regione e rappresentanti di categoria stanno definendo i dettagli di questo nuovo accordo. “Sarà necessaria una organizzazione molto precisa. L’uso di Moderna richiederà, infatti, la somministrazione di una seconda dose. Questo complica le procedure, anche perché bisognerà permettere alle farmacie di poter chiudere per ferie nei mesi estivi. I calendari dovranno quindi tenere conto dei tempi dei richiami e delle turnazioni delle farmacie. Un lavoro complesso ma che siamo pronti a fare”, dice Leopardi.

Attualmente sono 600 le farmacie del Lazio coinvolte nella campagna vaccinale. “In 800 avevano dato la disponibilità, ma il numero limitato di dosi non ha consentito di coinvolgerle tutte”.

Ogni settimana le farmacie ricevono 25 dosi di J&J. Che in queste prime settimane sono finite, da qualche parte, nel giro di “poche ore”. Federfarma Lazio non ha notizia di alcuna farmacia in cui sia avanzata una sola dose.

E in attesa dell’arrivo di Moderna, come si comportano i farmacisti di fronte a un under60 che prenota il vaccino? “Se è giovanissimo, lo invitiamo a rivolgersi a un altro canale o ad aspettare l’arrivo in farmacia dei vaccini mRNA. Per le altre persone, effettuiamo un lavoro di anamnesi molto approfondito così da avere tutte le informazioni necessarie a valutare la possibilità di somministrazione del J&J. In casi di dubbio, consigliamo comunque il vaccino mRna. Sicuramente l’arrivo di Moderna in farmacia è una buona notizia”.
 
Lucia Conti
18 giugno 2021
Ultimi articoli in Lavoro e Professioni
iPiùLetti [ultimi 7 giorni]
IlFarmacistaOnline.it
Quotidiano della Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani: www.fofi.it
Direttore responsabile
Andrea Mandelli
Editore
Edizioni Health Communication srl
contatti
P.I. 08842011002
Riproduzione riservata.
Copyright 2010 © Health Communication Srl. Tutti i diritti sono riservati | P.I. 08842011002 | iscritta al ROC n. 14025 | Per la Uffici Commerciali Health Communication Srl
96489