Quotidiano della Federazione Ordini Farmacisti Italiani
Martedì 15 OTTOBRE 2019
Lavoro e Professioni
ATTENZIONE: Mancano soltanto 77 giorni alla fine del
triennio ECM 2017-2019. Clicca qui per saperne di pił...
Segui ilFarmacistaOnline
Lavoro e Professioni
Parafarmacie. Farmacisti e istituzioni a confronto per una ‘soluzione’ condivisa
Il confronto si è avuto lo scorso 6 ottobre a Milano, all’Assemblea Nazionale dei titolari di sola Parafarmacia a margine di FarmacistaPiù. Unanime il no all'eliminazione delle concessioni a favore della libera apertura perché ne deriverebbe una concorrenza incontrollata e selvaggia, a scapito proprio delle realtà più deboli. Fofi e Federfarma puntano a dare la possibilità a tutti i farmacisti di avere una Farmacia stabile pronta a fronteggiare le società di capitali.
08 OTT - “La mia speranza è che ognuno di voi diventi un mio iscritto”, questo l’incipit di Marco Cossolo, presidente di Federfarma intervenuto all’Assemblea Nazionale dei titolari di sola Parafarmacia svoltasi il 6 ottobre a margine di FarmacistaPiù. E con lui presenti per tutta la mattinata Silvia Fregolent (Italia Viva)Andrea Mandelli (FI e Presidente  Fofi)Carlo Porcari (LeU) e in collegamento telefonico Giuseppe Chiazzese (M5S).

Ad introdurre il presidente Unaftisp, Daniele Viti, che ha illustrato il cammino dell’associazione per la risoluzione dell’emergenza sindacale. Emergenza riconosciuta da tutti i presenti e dalle istituzioni come reale e la cui  soluzione deve rappresentare per tutti un’assoluta priorità. Chiazzese (M5S) rassicura i presenti sul fatto che sul suo tavolo c’è la professione del farmacista ovunque operi, e che sta lavorando ad alcune proposte concrete. 
 
Mandelli (FI) rimarca l’importanza di tenere aperto un dialogo, unica via per poter avanzare in un percorso comune e condiviso, sebbene ricco di difficoltà e ostacoli. “La porta è sempre aperta a tutti”, dichiara, “purché non si parli per slogan, non si litighi e non si aggredisca nessuno, per tenere il timone a dritta senza farsi deviare da inutili polemiche. Il dott. Cossolo rimarca la sua intenzione di dare la possibilità a tutti i farmacisti di avere una Farmacia stabile, forte, capace anche di fronteggiare i capitali, il cui fenomeno potrà essere attenuato ma non eliminato definitivamente, affermando che “ormai indietro non si torna”.
 
Questo percorso non passerà mai attraverso una Fnc, e su questo concordano le istituzioni, in quanto l’eliminazione delle concessioni a favore della libera apertura porterebbe ad una concorrenza incontrollata e selvaggia, a scapito proprio delle realtà più deboli. Chiede successivamente a sua volta di potersi confrontare con interlocutori che portino argomenti realizzabili, proposte che possano essere realizzate senza demolire ciò che di buono è stato fatto nel sistema sanitario. “Non si farà una riforma per i furbetti” afferma. Rimarca infine che le farmacie sono un bene per la salute pubblica e non un oggetto per speculare e perseguire interessi diversi.
 
Fregolent (Italia Viva) rinnova il suo impegno per portare a termine le riforme necessarie a ridare dignità a tutti i farmacisti, e chiede nel contempo iù unità all’interno della categoria, vero valore di ogni trattativa. 
 
Porcari (LeU) fa notare alla sala come la presenza di entrambe le federazioni sia da considerare un risultato senza pari, segno di un percorso impostato nel modo giusto da parte di tutti gli attori, nonché di una volontà concreta per trovare soluzioni in tempi brevi. La discussione molto costruttiva è stata caratterizzata da un dibattito volto ad inquadrare modalità e tempi per la gestione dell’emergenza.
 
“Niente false promesse, nessuno può assicurare a nessuno un cambiamento per la prossima legge di bilancio”, questo il comune denominatore di istituzioni e Federazioni, “di certo siamo tutti consapevoli che i tempi devono essere ridotti, come si confà a chi deve gestire, appunto, un’emergenza”. A fine mattinata vengono lette due lettere pervenute presso la segreteria associativa. La prima di una collega, che raccontava l’esperienza poco felice della sua Parafarmacia, la seconda, del Ministro Roberto Speranza. “Desidero esprimere la mia vicinanza alla categoria, che oggi rappresenta una realtà significativa e importante del nostro paese”. 
 
Si è proseguito ad una tavola rotonda con gli iscritti. Il Presidente ha ringraziato per la significativa affluenza registrata da quasi tutte le regioni d’Italia. “Vi ringrazio di essere intervenuti così numerosi, consapevole degli impegni di ciascuno di voi. Il sacrificio che ognuno compie per ogni singolo gesto con cui dona il suo contributo in associazione, è forza in più per raggiungere i nostri obiettivi più in fretta e meglio.
08 ottobre 2019
Ultimi articoli in Lavoro e Professioni
IlFarmacistaOnline.it
Quotidiano della Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani: www.fofi.it
Direttore responsabile
Andrea Mandelli
Direttore editoriale
Cesare Fassari
Editore
Edizioni Health Communication srl
contatti
P.I. 08842011002
Riproduzione riservata.
Copyright 2010 © Health Communication Srl. Tutti i diritti sono riservati | P.I. 08842011002 | iscritta al ROC n. 14025 | Per la Uffici Commerciali Health Communication Srl
77584