Quotidiano della Federazione Ordini Farmacisti Italiani
21 OTTOBRE 2018
Lavoro e Professioni
Segui ilFarmacistaOnline
Lavoro e Professioni
Legge concorrenza. L’ingresso dei capitali nella farmacia deve essere governato
“Auspico la massima unità dei farmacisti e un forte impulso all’aggregazione, solo così si può operare in uno scenario che cambierà profondamente”. Lo ha detto il presidente di Atifar, Claudio Miceli, alla vigilia del Convegno di Agrigento dedicato agli effetti della Legge sulla Concorrenza.
24 GEN - “La Legge sulla concorrenza rappresenta un salto nel buio” dice Claudio Miceli, presidente di Atifar, l’Associazione dei titolari di farmacia della Provincia di Agrigento.
 
La prima necessità è quindi cercare di chiarire tutti gli aspetti della legge e cercare di valutare l’impatto che l’ingresso dei capitali nella proprietà delle farmacie avrà su tutto il sistema. Per questo abbiamo voluto un momento comune di analisi e riflessione”. Momento comune che è rappresentato dal Convegno del prossimo 28 gennaio intitolato “Le società di capitali e la farmacia. Aspetti giuridici, fiscali e amministrativi”, organizzato con l’Ordine dei Farmacisti di Agrigento.
 
Una scelta motivata anche da una situazione del servizio farmaceutico fragile, “anzi fragilissima” dice il presidente di Atifar “sulla quale hanno pesato anni di liberalizzazioni, di concorrenza basata sul massimo sconto che ha messo a repentaglio soprattutto le farmacie più piccole. E questo in una situazione economica complessiva critica: la nostra provincia ha il triste primato dell’emigrazione giovanile, nel paese dove esercito, Palma di Montechiaro, su una popolazione di 25 mila abitanti, sono 8 mila i concittadini che sono partiti per il Nord o anche per l’estero. Per quanto riguarda la farmacia auspico in primo luogo la massima unità e compattezza dei titolari e un impulso forte all’aggregazione, alla costruzione di una rete territoriale che consenta a tutti i presidi, grandi e piccoli, attraverso un’azione comune, di restare sul mercato”.
 
Non si tratta quindi di avere una visione pessimistica di un futuro che a oggi è difficile prevedere, ”anzi, vorrei vedere, come si suol dire, il bicchiere mezzo pieno: è possibile che l’ingresso dei capitali possa avere effetti positivi, anche sull’occupazione, ma a patto che il cambiamento sia governato e che non si crei una situazione di predominio di società volte esclusivamente al profitto ponendo in secondo piano la professionalità. Ed è per questo che è fondamentale che i professionisti giochino un ruolo di primo piano attraverso l’aggregazione” conclude Claudio Miceli.
 
Al Convegno (Hotel Dioscuri-Bay Palace, Agrigento,ore 9,30) parteciperanno, oltre a tecnici ed esperti, i vertici della rappresentanza professionale, il senatore Andrea Mandelli, presidente della Fofi, dell’associazione dei titolari, Marco Cossolo, presidente di Federfarma e Silvia Pagliacci, presidente del Sunifar, e del settore cooperativo, Antonello Mirone, presidente di Federfarma Servizi.
24 gennaio 2018
Ultimi articoli in Lavoro e Professioni
iPiùLetti [ultimi 7 giorni]
IlFarmacistaOnline.it
Quotidiano della Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani: www.fofi.it
Direttore responsabile
Andrea Mandelli
Direttore editoriale
Cesare Fassari
Editore
Edizioni Health Communication srl
contatti
P.I. 08842011002
Riproduzione riservata.
Copyright 2010 © Health Communication Srl. Tutti i diritti sono riservati | P.I. 08842011002 | iscritta al ROC n. 14025 | Per la Uffici Commerciali Health Communication Srl
771