Quotidiano della Federazione Ordini Farmacisti Italiani
Martedì 02 MARZO 2021
Governo e Parlamento
Segui ilFarmacistaOnline
Governo e Parlamento
Covid. Al via tavolo Aifa, Regioni, Agenas e Ministero per valutare uso AstraZeneca fino agli under 65
Il Comitato paritetico dovrà valutare anche la rimodulazione dei tempi per la seconda dose del vaccino inglese. Chiesto poi dalla Regioni anche di valutare l’ipotesi di acquisire in proprio i vaccini sia a livello nazionale che regionale.
10 FEB - Dopo le richieste delle Regioni di ieri sul Piano vaccini oggi si è svolto un incontro con Aifa, Agenas e Ministero in cui si è deciso di formare un comitato tecnico paritetico che dovrà cercare di chiarire meglio alcuni punti sul Piano vaccini.
 
Prima questione la possibilità di uso del vaccino AstraZeneca fino agli under 65. Nelle scorse settimane la Cts Aifa aveva scritto nel suo parere che il siero avrebbe potuto essere utilizzato anche agli over 55 purché in buona salute. Ma l’Agenzia poi a stretto preciso che l’uso consigliato in ogni caso era per la popolazione tra i 18 e 55 anni. Un limite confermato anche dall’aggiornamento del Piano curato da Ministero, Aifa, Commissario e Agenas. Oggi sul tema invece l’Oms ha dato il via libera anche agli over 65 nei paesi dove circolano le varianti del virus.

Altro tema esaminare la richiesta delle Regioni di rimodulare i tempi per la seconda dose sempre di AstraZeneca fissati dal Ministero in 10 settimane. La richiesta è di ridurre la tempistica.
 
Il tavolo dovrà poi lavorare per valutare l’ipotesi di acquisire in proprio i vaccini sia a livello nazionale che regionale.
 
“Il tavolo dovrà lavorare velocemente – ha affermato il coordinatore degli assessori alla sanità delle Regioni, Luigi Icardi - . L’obiettivo è quello di dare alle Regioni indicazioni più semplice e applicabili e fugando tutte le incertezze”.
 
Sulla stessa lunghezza d’onda l’assessore alla sanità del Lazio Alessio D’Amato: “Su vaccino Astrazeneca troppa confusione, occorre una parola definitiva da parte di Aifa e del Ministero della Salute dopo le raccomandazioni degli esperi dell’Oms sul limite dei 65 anni ed efficacia. È necessario non spaccare le categorie lavorative, si crea un discrimine e si rallenta la vaccinazione”.
 
L.F.
10 febbraio 2021
Ultimi articoli in Governo e Parlamento
iPiùLetti [ultimi 7 giorni]
IlFarmacistaOnline.it
Quotidiano della Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani: www.fofi.it
Direttore responsabile
Andrea Mandelli
Editore
Edizioni Health Communication srl
contatti
P.I. 08842011002
Riproduzione riservata.
Copyright 2010 © Health Communication Srl. Tutti i diritti sono riservati | P.I. 08842011002 | iscritta al ROC n. 14025 | Per la Uffici Commerciali Health Communication Srl
92406