Quotidiano della Federazione Ordini Farmacisti Italiani
Lunedì 24 FEBBRAIO 2020
Governo e Parlamento
Segui ilFarmacistaOnline
Governo e Parlamento
Liste di Attesa. Grillo (M5S): “Ora tocca all’Osservatorio Nazionale”
"Siamo a circa un anno dall'approvazione del documento da me fortemente voluto quando ero al Ministero (21 febbraio 2019 – Rep. Atti n. 28/CSR) e credo sia corretto pubblicare i dati provenienti dalle Regioni. Non dimentichiamoci che il provvedimento ha tra i suoi principali obiettivi quello di avvicinare la sanità pubblica ai cittadini". Così l'ex ministro della Salute in un'interpellanza presentata alla Camera.
04 FEB - "Ho depositato un'interpellanza per chiedere al Ministro Speranza di fare il punto della situazione sul Piano Nazionale di Governo delle Liste di Attesa per il triennio 2019-2021 (Pngla). Siamo a circa un anno dall'approvazione del documento da me fortemente voluto quando ero al Ministero (21 febbraio 2019 – Rep. Atti n. 28/CSR) e credo sia corretto pubblicare i dati provenienti dalle Regioni. Non dimentichiamoci che, proprio come indicato nelle premesse dell’interpellanza, il provvedimento ha tra i suoi principali obiettivi quello di avvicinare la sanità pubblica ai cittadini". Così l'ex ministro della Salute Giulia Grillo (M5S).
 
"In particolare, ho chiesto di conoscere le modalità di monitoraggio dei tempi di attesa delle prestazioni ambulatoriali - primi accessi - rispetto alla Classe di priorità P (programmata) che dal primo gennaio 2020 vanno eseguite entro 120 giorni dalla data di emissione dell'indicazione del quesito diagnostico da parte del medico curante. Ma il Pngla 2019-2021 è molto di più. Ricordo che 26 sono le linee di intervento che le Regioni devono implementare sui propri territori, attraverso la definizione di ambiti di garanzia territoriale per le prestazioni a bassa e media complessità, per 'governare' il fenomeno delle liste di attesa prevedendo, tra le altre cose, sia la 'presa in carico' del paziente cronico che l'applicazione di 'percorsi di tutela' per garantire le prestazioni, qualora venga superato il tempo massimo di attesa a livello istituzionale", prosegue.

"Non più tardi di un mese fa Cittadianzattiva ha presentato il XXII Rapporto Pit Salute e, rispetto al tema dell'accesso alle prestazioni, la voce di gran lunga più segnalata dai cittadini riguarda le liste d'attesa. I dati del Rapporto si riferiscono al 2018. Speriamo che quelli da me richiesti nell'interpellanza all'Osservatorio Nazionale sulle Liste di Attesa, previsto nel Pngla, riportino per il 2019 un'inversione di tendenza. Anche in questo caso mi preme sottolineare che lo stesso Osservatorio è chiamato a 'monitorare l’andamento degli interventi previsti [...], rilevare le criticità e fornire indicazioni per uniformare comportamenti, superare le disuguaglianze e rispondere in modo puntuale ai bisogni dei cittadini'. Insomma, c'è molto lavorare per implementare il Pngla che, è bene ricordare, ha la durata di tre anni. Speriamo di avere presto risposte dal Ministero della Salute per poter approfondire l'argomento che riguarda la salute di tutti noi", conclude Grillo.
04 febbraio 2020
Ultimi articoli in Governo e Parlamento
iPiùLetti [ultimi 7 giorni]
IlFarmacistaOnline.it
Quotidiano della Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani: www.fofi.it
Direttore responsabile
Andrea Mandelli
Editore
Edizioni Health Communication srl
contatti
P.I. 08842011002
Riproduzione riservata.
Copyright 2010 © Health Communication Srl. Tutti i diritti sono riservati | P.I. 08842011002 | iscritta al ROC n. 14025 | Per la Uffici Commerciali Health Communication Srl
80942