Quotidiano della Federazione Ordini Farmacisti Italiani
26 SETTEMBRE 2021
Federazione e Ordini
Segui ilFarmacistaOnline
Federazione e Ordini
Egualia, Banco farmaceutico e Fofi per la realizzazione della “Rete dei presidi farmaceutici solidali”
Il progetto - che prevede l’individuazione di idonei partener, già attivi nel territorio nazionale, nel campo del volontariato e della solidarietà sociale - intende ridurre lo spreco di farmaci, ottimizzando un circuito virtuoso che trasformi le eccedenze produttive in risorsa, offrendo supporto al controllo sanitario sulla catena delle cronicità e puntando a ridurre gli accessi impropri al pronto soccorso.
14 LUG - La Federazione da tempo partecipa, unitamente a Banco farmaceutico, ad iniziative solidaristiche finalizzate a garantire la dispensazione di medicinali alle persone bisognose che non riescono, per ragioni di povertà, ad accedere alle cure loro necessarie.

Il fenomeno della povertà sanitaria rappresenta, infatti, un problema di grande rilevanza socio-sanitaria ed economica che richiede interventi mirati ed efficaci e di fronte al quale la professione non può rimanere indifferente.

Tali iniziative, che da sempre riscuotono il consenso della cittadinanza e registrano l’adesione di numerosi farmacisti, testimoniano l’impegno sociale di tutta la professione, storicamente vicina alle persone più fragili.

Nel solco di tale collaborazione è stato siglato, con Egualia (Industrie Farmaci Accessibili), Banco Farmaceutico Fondazione Onlus e Banco Farmaceutico Research, un protocollo d’intesa per la realizzazione di una rete solidaristica per la distribuzione dei farmaci provenienti da donazioni di privati.

Attraverso la creazione della “Rete dei presidi farmaceutici solidali” per la cura delle malattie delle povertà e delle migrazioni, il progetto - che prevede l’individuazione di idonei partener, già attivi nel territorio nazionale, nel campo del volontariato e della solidarietà sociale - intende ridurre lo spreco di farmaci, ottimizzando un circuito virtuoso che trasformi le eccedenze produttive in risorsa, offrendo supporto al controllo sanitario sulla catena delle cronicità e puntando a ridurre gli accessi impropri al pronto soccorso.

A tal fine, il Protocollo regola l’attivazione dei “Presidi farmaceutici solidali” come punti di dispensazione dei farmaci donati dai privati e distribuiti da Banco Farmaceutico, in cui opereranno farmacisti volontari responsabili delle attività di verifica, conservazione, stoccaggio, distribuzione e dispensazione di farmaci.

Per garantire la riuscita dell’iniziativa è importante promuovere il volontariato dei farmacisti all’interno della Rete di presidi farmaceutici solidali, sostenendo il loro coinvolgimento nel progetto.

In fase di prima realizzazione, i presidi saranno attivati nelle città di Roma e Milano con la collaborazione, rispettivamente, della Comunità di Sant’Egidio e dell’Opera di San Francesco per i Poveri.

Considerata la rilevanza dell’iniziativa e la necessità di assicurarne la buona riuscita, si chiede, in particolare, agli Ordini delle Province di Roma e di Milano di promuovere la conoscenza del progetto presso gli iscritti al fine di raccogliere le adesioni dei farmacisti volontari per l’avvio della fase di prima realizzazione, nonché a tutti gli altri Ordini territoriali di favorire, attraverso la diffusione di ogni utile informazione, la possibilità di avvio dell’iniziativa stessa anche in ulteriori province italiane.
14 luglio 2021
Ultimi articoli in Federazione e Ordini
iPiùLetti [ultimi 7 giorni]
IlFarmacistaOnline.it
Quotidiano della Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani: www.fofi.it
Direttore responsabile
Andrea Mandelli
Editore
Edizioni Health Communication srl
contatti
P.I. 08842011002
Riproduzione riservata.
Copyright 2010 © Health Communication Srl. Tutti i diritti sono riservati | P.I. 08842011002 | iscritta al ROC n. 14025 | Per la Uffici Commerciali Health Communication Srl
97241