Quotidiano della Federazione Ordini Farmacisti Italiani
Sabato 11 LUGLIO 2020
Federazione e Ordini
Segui ilFarmacistaOnline
Federazione e Ordini
Aggiornamento tabelle stupefacenti
Inserimento nella tabella I delle sostanze 4F- furanilfentanil e isobutirfentanil. Inserimento nella tabella I e nella tabella IV di nuove sostanze psicoattive. Inserimento nella tabella I e nella tabella dei medicinali sezione A della sostanza Tiletamina. Queste alcune delle novità apportate da tre decreti di aggiornamento.
06 FEB - Pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale tre decreti di aggiornamento delle tabelle stupefacenti di cui al Dpr 309/1990, in vigore dal 29 gennaio 2020. 
 
Decreto 23 dicembre 2019
Aggiornamento delle tabelle contenenti l'indicazione delle sostanze stupefacenti e psicotrope, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 9 ottobre 1990, n. 309 e successive modificazioni. Inserimento nella tabella I delle sostanze 4F- furanilfentanil e isobutirfentanil (GU Serie Generale n.10 del 14-01-2020).
Il provvedimento non riguarda l’uso terapeutico delle sostanze stupefacenti.
 
Decreto 23 dicembre 2019
Aggiornamento delle tabelle contenenti l'indicazione delle sostanze stupefacenti e psicotrope, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 9 ottobre 1990, n. 309 e successive modificazioni. Inserimento nella tabella I e nella tabella IV di nuove sostanze psicoattive (GU Serie Generale n.10 del 14-01-2020)
Il provvedimento non riguarda l’uso terapeutico delle sostanze stupefacenti.
 
Decreto 23 dicembre 2019
Aggiornamento delle tabelle contenenti l'indicazione delle sostanze stupefacenti e psicotrope, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 9 ottobre 1990, n. 309 e successive modificazioni. Inserimento nella tabella I e nella tabella dei medicinali sezione A della sostanza Tiletamina (GU Serie Generale n.10 del 14-01-2020)
Il decreto dispone l’inserimento della sostanza tiletamina nella tabella I e nella Sezione A della tabella dei medicinali, tenuto conto della presenza in letteratura di casi di abuso, intossicazione e decesso associati al suo consumo e che tale molecola è un analogo strutturale della molecola Ketamina già presente nella tabella I e nella sezione A dei medicinali.

In proposito si rammenta che:
- nella tabella I sono elencate le sostanze stupefacenti e psicotrope poste sotto controllo internazionale;
- per la prescrizione dei medicinali compresi nella sezione A della tabella dei medicinali è necessaria la ricetta a ricalco, tranne che per i medicinali collocati nell’allegato III bis che usufruiscono delle modalità prescrittive semplificate nella terapia del dolore (ricettario SSN in luogo del ricettario a ricalco per il trattamento di pazienti affetti da dolore severo).
 
Come precisato dal Ministero della Salute con note del 17 e del 22 gennaio u.s., in Italia il principio attivo tiletamina è contenuto, in associazione con una benzodiazepina, nel medicinale veterinario ZOLETIL (confezioni 10/10 mg/ml liofilizzato e solvente per soluzione iniettabile AIC 101580013; 50/50 mg/ml liofilizzato e solvente per soluzione iniettabile AIC 101580025). Al riguardo, si evidenzia quanto segue:
- nelle more dell’aggiornamento, da parte del titolare dell’AIC, delle etichette delle confezioni in commercio, dal 29 gennaio u.s., sono obbligatori gli adempimenti previsti dal DPR 309/1990, tenendo in considerazione che per il medicinale veterinario si applica il DM 28.7.2009 recante “Disciplina dell’utilizzo e della detenzione di medicinali ad uso esclusivo del medico veterinario”;
- non è consentito l’utilizzo della ricetta veterinaria elettronica;
- per i medicinali presenti nei depositi dei distributori all’ingrosso e nelle farmacie, le confezioni del medicinale veterinario dovranno essere caricate nel
registro entrata e uscita di cui al DPR 309/1990;
- come giustificativo di entrata, si dovrà citare il DM 23.12.2019 ed allegare il
documento di acquisto;
- l’autorizzazione al commercio all’ingrosso di medicinali veterinari stupefacenti
consente la commercializzazione di tutti i medicinali inclusi nella tabella di medicinali; non occorre modifica dell’autorizzazione già in possesso dei grossisti autorizzati;
- l'autorizzazione al commercio all'ingrosso come depositari di medicinali veterinari consente la commercializzazione dei medicinali oggetto di contratti stipulati con il titolare AIC; non occorre modifica dell'autorizzazione già in possesso dei depositari autorizzati.
- dal 29 gennaio u.s. le parafarmacie non possono più detenere né vendere il medicinale in questione.
 
Per eventuali resi, il Ministero suggerisce di contattare preventivamente il fornitore o il titolare dell'A.I.C.; eventuali giacenze presso soggetti non autorizzati devono essere tenute in armadio chiuso a chiave e tempestivamente comunicate alla ASL e ai NAS territorialmente competenti.
06 febbraio 2020
Ultimi articoli in Federazione e Ordini
iPiùLetti [ultimi 7 giorni]
IlFarmacistaOnline.it
Quotidiano della Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani: www.fofi.it
Direttore responsabile
Andrea Mandelli
Editore
Edizioni Health Communication srl
contatti
P.I. 08842011002
Riproduzione riservata.
Copyright 2010 © Health Communication Srl. Tutti i diritti sono riservati | P.I. 08842011002 | iscritta al ROC n. 14025 | Per la Uffici Commerciali Health Communication Srl
81036