Quotidiano della Federazione Ordini Farmacisti Italiani
Sabato 26 MAGGIO 2018
Federazione e Ordini
Segui ilFarmacistaOnline
Federazione e Ordini
Risoluzione Parlamento europeo su riforma servizi professionali
La risoluzione fa anzitutto il punto sullo stato di attuazione della Direttiva del 2005, relativa al riconoscimento delle qualifiche professionali. Il documento dà, poi, conto dell’utilità dell’indicatore di restrittività della regolamentazione elaborato dalla Commissione europea. Si occupa, inoltre, del futuro delle professioni regolamentate, sottolineando che i professionisti possono esercitarle come persone fisiche o giuridiche, sotto forma di società professionale. LA RISOLUZIONE
05 FEB - Si informa che lo scorso 18 gennaio il Parlamento europeo ha approvato una Risoluzione sull’attuazione della direttiva 2005/36/CE in materia di regolamentazione e riforma dei servizi professionali. La risoluzione fa anzitutto il punto sullo stato di attuazione della Direttiva del 2005, relativa al riconoscimento delle qualifiche professionali, evidenziando che, anche dopo la scadenza del termine, non tutte le disposizioni in essa contenute sono state ancora pienamente attuate dagli Stati membri.
 
Il documento dà, poi, conto dell’utilità dell’indicatore di restrittività della regolamentazione elaborato dalla Commissione europea, evidenziando peraltro che esso mostra “la densità normativa complessiva negli Stati membri esclusivamente sulla base di dati quantitativi legati agli ostacoli alla libera circolazione esistenti” e che deve essere considerato “uno strumento meramente indicativo e non tale da consentire di stabilire se un’eventuale regolamentazione più rigorosa presente in taluni Stati membri sia sproporzionata”.
 
Il documento si occupa, inoltre, del futuro delle professioni regolamentate, sottolineando che i professionisti possono esercitarle come persone fisiche o come persone giuridiche, sotto forma di società professionale. Sul punto viene posto l’accento sull’importanza di entrambe le prospettive nell’attuazione delle nuove politiche, nell’ottica di un rafforzamento dell’imprenditorialità e del capitale umano nell’ambito dei servizi professionali.
 
La risoluzione evidenzia quindi l’importanza dell’istruzione, dello sviluppo delle competenze e della formazione imprenditoriale per garantire che i professionisti restino competitivi e siano in grado di far fronte ai cambiamenti che interessano le libere professioni in conseguenza dell’innovazione, della digitalizzazione e della globalizzazione.
 
Sottolineata anche la necessità di una migliore comparabilità del livello delle qualifiche professionali per accrescere l’omogeneità dei titoli in tutta l’UE, facilitando così la mobilità dei professionisti nella stessa.
 
Il Parlamento invita quindi tutti gli Stati membri a realizzare adeguate analisi di mercato per assicurare un adattamento più rapido dei prestatori di servizi alle esigenze del mercato e a sviluppare politiche atte a rendere competitivi, a livello globale, i servizi professionali dell’UE nei prossimi decenni.
 
Il documento esamina, infine, l’impatto della digitalizzazione e dell’innovazione sui servizi professionali, auspicando che le regolamentazioni siano riesaminate periodicamente per tenere contro di questi nuovi elementi. 
05 febbraio 2018
Ultimi articoli in Federazione e Ordini
iPiùLetti [ultimi 7 giorni]
IlFarmacistaOnline.it
Quotidiano della Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani: www.fofi.it
Direttore responsabile
Andrea Mandelli
Direttore editoriale
Cesare Fassari
Editore
Edizioni Health Communication srl
contatti
P.I. 08842011002
Riproduzione riservata.
Copyright 2010 © Health Communication Srl. Tutti i diritti sono riservati | P.I. 08842011002 | iscritta al ROC n. 14025 | Per la Uffici Commerciali Health Communication Srl
314