Quotidiano della Federazione Ordini Farmacisti Italiani
Giovedì 16 LUGLIO 2020
Cronache
Segui ilFarmacistaOnline
Cronache
Trump annuncia stop ai finanziamenti Usa all’OMS: “Troppa disinformazione su notizie dalla Cina. Danni irreparabili”
Donald Trump vuole sospendere i finanziamenti all’OMS per la gestione della pandemia. Entro 60-90 giorni gli USA rivedranno il proprio ruolo all’interno della massima organizzazione della salute pubblica. Secondo il presidente USA, l’OMS ha fallito nel suo compito di base e deve essere ritenuta responsabile per aver avallato le notizie sul virus provenienti dalla Cina. La replica del Dg Oms: "A tempo debito le azioni dell'Organizzazione saranno esaminate dagli Stati membri".
15 APR - Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump vuole sospendere i finanziamenti all’OMS per la gestione della pandemia. Entro 60-90 giorni gli USA rivedranno il proprio ruolo all’interno della massima organizzazione della salute pubblica. Il presidente USA lo ha annunciato ieri in una conferenza stampa che si è tenuta alla Casa Bianca.
 
Washington continuerà ad impegnarsi all’interno dell’OMS, ma intende studiare con gli altri partner un impiego diverso dei fondi fino a oggi destinati all’organizzazione con sede a Ginevra.
 
Trump ha detto che l’OMS ha “fallito nel suo compito di base e deve essere ritenuta responsabile” della “disinformazione” proveniente dalla Cina; una scelta che ha provocato danni irreparabile sulla diffusione del virus.
 
Secondo Trump i report provenienti dalla provincia di Wuhan non erano veritieri, mentre Pechino affermava che non si erano ancora verificati contagi da uomo a uomo. “Se l’OMS avesse fatto il suo lavoro per convincere gli esperti cinesi a valutare obiettivamente la situazione, l’epidemia avrebbe avuto dimensioni più contenute”, ha detto il presidente USA.
 
Una stoccata il presidente Usa non l’ha risparmiata nemmeno al Dg Tedros: “Non lo conosco personalmente ma è stato molto ingiusto con gli Usa”, ha rimarcato Trump, accusando l'Organizzazione mondiale della sanità di essere sino-centrica.
 
 
L’OMS ha richiesto oltre un miliardo di dollari per combattere la pandemia. Con circa 400 milioni di dollari erogati nel 2019, gli Stati Uniti sono Paese che maggiormente contribuisce al budget dell’OMS.
 
Per il biennio 2018-19, Il Congresso USA ha stanziato 237 milioni di dollari, oltre a ulteriori 656 per contributi volontari legati a progetti specifici, come l’eradicazione della polio, le vaccinazioni, la lotta contro l’HIV, l’epatite, la tubercolosi, il miglioramento della salute di donne, neonati e bambini
 
La decisione di Trump era comunque attesa. Il presidente USA, da quando è iniziata la pandemia, non ha risparmiato attacchi all’organizzazione di Ginevra che criticava l’operato della sua amministrazione.
 
Le reazioni non si sono fatte attendere. “Ora è il momento dell’unità e di lavorare per la comunità internazionale”, ha detto Il segretario dell’Onu, Antonio Guterres,
 
L’American Medical Association ha definito la decisione di Trump “un passo pericoloso nella direzione sbagliata che renderà più difficile sconfiggere il Covid-19” e lo ha invitato a tornare sui suoi passi.
 
Critiche anche dai Democratici. “Il coronavirus non può essere sconfitto solo negli Stati Uniti, ma deve essere debellato in tutto il mondo”, ha scritto in una nota Nita Lowey, che alla Camera dei Rappresentanti dirige il Comitato che si occupa della spesa pubblica.
 
La replica dell'Oms. “A tempo debito le azioni dell'Oms nell'affrontare la pandemia di Covid-19 saranno esaminate dagli Stati membri dell'Organizzazione mondiale della sanità e dagli organismi indipendenti in carica per garantire trasparenza e responsabilità. Questo fa parte del normale processo messo in atto dai nostri Stati membri”. Lo ha ricordato Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale dell'Organizzazione mondiale della sanità, nel corso della conferenza stampa da Ginevra su Covid-19, tornando sull'annuncio del presidente Trump e sottolineando come siamo “rammaricati per la scelta. Gli Usa sono stati a lungo generosi amici dell'Oms e speriamo che continuino ad esserlo”.
 
“Senza dubbio, verranno identificate delle aree di miglioramento e ci saranno lezioni da imparare per tutti noi. Ma per ora, il nostro obiettivo - il mio focus - è quello di fermare il coronavirus e salvare vite umane”, ha aggiunto il dg.
 
“L'Oms è grato alle molte nazioni, organizzazioni e individui che hanno espresso il loro sostegno e impegno nei confronti dell'Oms nei giorni scorsi, compreso il loro impegno finanziario. Accogliamo con favore questa dimostrazione di solidarietà globale”.
 
“L'Oms sta andando avanti con il suo lavoro. Stiamo continuando a studiare questo coronavirus ogni momento di ogni giorno, stiamo imparando da molti Paesi ciò che funziona e stiamo condividendo queste informazioni con tutto il mondo”.
 
15 aprile 2020
Ultimi articoli in Cronache
IlFarmacistaOnline.it
Quotidiano della Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani: www.fofi.it
Direttore responsabile
Andrea Mandelli
Editore
Edizioni Health Communication srl
contatti
P.I. 08842011002
Riproduzione riservata.
Copyright 2010 © Health Communication Srl. Tutti i diritti sono riservati | P.I. 08842011002 | iscritta al ROC n. 14025 | Per la Uffici Commerciali Health Communication Srl
84038