Quotidiano della Federazione Ordini Farmacisti Italiani
Venerdì 20 LUGLIO 2018
Cronache
Segui ilFarmacistaOnline
Cronache
Metà della popolazione mondiale non accede ai servizi sanitari. Onu e Oms siglano un protocollo di intesa per coordinare gli interventi nei Paesi in difficoltà
"La copertura sanitaria universale è uno strumento potente non solo per migliorare la salute, ma anche per ridurre la povertà, creare posti di lavoro, alimentare crescita economica inclusiva e promuovere l'uguaglianza di genere", ha detto il Dg dell’Oms.
06 MAG - Metà dei cittadini del mondo non ha ancora accesso ai servizi sanitari essenziali. Partendo da questo dato di fatto l’Onu, e in particolare l’UNDP (United Nations Development Programme) e l'OMS hanno firmato un protocollo di intesa quinquennale per aiutare i paesi più in difficoltà a raggiungere gli obiettivi dell'agenda Oms 2030 per lo sviluppo sostenibile.
 
"La copertura sanitaria universale è uno strumento potente non solo per migliorare la salute, ma anche per ridurre la povertà, creare posti di lavoro, alimentare crescita economica inclusiva e promuovere l'uguaglianza di genere", ha affermato Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale dell'OMS.
 
"Ma realizzare un mondo più sano non è un lavoro solo per il settore sanitario: lavorando con partner come l'UNDP, possiamo affrontare meglio i determinanti sociali, economici e ambientali della salute e progredire verso un futuro più giusto, più sicuro e più prospero per tutti ", ha aggiunto il Dg dell’Oms.
 
In base al protocollo siglato oggi, l'UNDP e l'OMS sosterranno i paesi per rafforzare la capacità dei loro sistemi sanitari, anche affrontando i determinanti sociali, economici e ambientali della salute.
La partnership affronterà anche questioni emergenti come la resistenza antimicrobica (AMR), una delle maggiori minacce alla salute globale e alla sicurezza alimentare. Si stima infatti che il numero di morti annuali dovuto a AMR potrebbe salire a 10 milioni di morti e causare 100 trilioni di dollari in perdite entro il 2050 se non si fa nulla.
 
Tra gli altri settori prioritari figurano gli interventi in caso di emergenze sanitarie, la fornitura di servizi sanitari essenziali in contesti fragili, vulnerabili e colpiti da conflitti e la risposta alle sfide sanitarie derivanti dai cambiamenti climatici e dai problemi ambientali.
 
"La salute gioca un ruolo centrale nel raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile, ed è sia una precondizione che un risultato dello sviluppo sostenibile", ha affermato Achim Steiner, Amministratore dell'UNDP.
 
"In riconoscimento di questo ruolo cruciale, le agenzie per la salute e lo sviluppo delle Nazioni Unite hanno deciso di compiere questo passo per unire le forze e combinare le nostre competenze per affrontare i fattori sociali, ambientali ed economici che influenzano la salute di tutti", ha aggiunto il rappresentante dell’UNDP.
06 maggio 2018
Ultimi articoli in Cronache
IlFarmacistaOnline.it
Quotidiano della Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani: www.fofi.it
Direttore responsabile
Andrea Mandelli
Direttore editoriale
Cesare Fassari
Editore
Edizioni Health Communication srl
contatti
P.I. 08842011002
Riproduzione riservata.
Copyright 2010 © Health Communication Srl. Tutti i diritti sono riservati | P.I. 08842011002 | iscritta al ROC n. 14025 | Per la Uffici Commerciali Health Communication Srl
389