Quotidiano della Federazione Ordini Farmacisti Italiani
Giovedì 19 LUGLIO 2018
Cronache
Segui ilFarmacistaOnline
Cronache
Trump twitta contro il Nhs. E i britannici protestano
Dopo la marcia di protesta per salvare il servizio sanitario nazionale,  che sabato scorso ha visto in piazza 60 mila cittadini britannici, il presidente degli Usa Donald Trump attacca il National Health Service britannico, accusando il Partito Democratico di voler aumentare le tasse. E in Gran Bretagna si scatena la protesta
06 FEB - (Reuters Health) – “I democratici stanno spingendo per avere un sistema sanitario universale mentre migliaia di persone nel Regno Unito stanno manifestando perché il loro sistema ‘universale’ non funziona. I democratici vogliono aumentare notevolmente le tasse per cure mediche cattive e non personalizzate. No, grazie”.
 

The Democrats are pushing for Universal HealthCare while thousands of people are marching in the UK because their U system is going broke and not working. Dems want to greatly raise taxes for really bad and non-personal medical care. No thanks! — Donald J. Trump (@realDonaldTrump) 5 febbraio 2018

   


 
Con queste parole affidate a Twitter, il Presidente Usa Donald Trump ha scatenato le proteste degli inglesi, e in particolare del Ministro della Salute britannico, Jeremy Hunt. Il dissenso è particolarmente acceso sui social network. Sabato scorso 60 mila britannici hanno manifestato in piazza per sollecitare il governo May a dare maggiori finanziamenti al servizio sanitario nazionale e a non smantellare un sistema di cui gli inglesi vanno orgogliosi.
“Potrei non essere d’accordo con gli slogan della protesta, ma scommetto che nessuno dei manifestanti vorrebbe vivere in un sistema in cui 28 milioni di persone non hanno copertura – ha dichiarato Hunt -. Il Servizio Sanitario Nazionale inglese può avere dei problemi, ma sono orgoglioso di vivere nel Paese che ha inventato la copertura universale, dove tutti hanno la possibilità di accedere alle cure, indipendentemente dal loro conto in banca”. A fare eco alle parole del ministro della Sanità è stata la stessa May, che ha dichiarato di essere orgogliosa del sistema, citando anche un sondaggio internazionale del Commonwealth Fund, secondo il quale proprio il servizio sanitario inglese è il migliore tra quelli di 11 paesi sviluppati.
 

I may disagree with claims made on that march but not ONE of them wants to live in a system where 28m people have no cover. NHS may have challenges but I’m proud to be from the country that invented universal coverage - where all get care no matter the size of their bank balance https://t.co/YJsKBAHsw7 — Jeremy Hunt (@Jeremy_Hunt) 5 febbraio 2018

   
E anche il leader del partito laburista, Jeremy Corbyn, ha twittato sulle dichiarazioni di Trump, specificando che la marcia di protesta era stata fatta “perché amiamo il nostro servizio sanitario nazionale e non vogliamo ciò che i Tories stanno facendo per questo: l’assistenza sanitaria è un diritto umano”.Secondo la Banca Mondiale, la Gran Bretagna spende il 9,1% del suo PIL in assistenza sanitaria, rispetto al 17,1% degli Stati Uniti. Mentre l’aspettativa di vita media inglese è di 81,6 anni, quasi tre anni in più rispetto a quella americana.
 
Fonte: Reuters Health News
(Versione italiana per Daily Health Industry/Quotidiano sanità)
06 febbraio 2018
Ultimi articoli in Cronache
iPiùLetti [ultimi 7 giorni]
IlFarmacistaOnline.it
Quotidiano della Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani: www.fofi.it
Direttore responsabile
Andrea Mandelli
Direttore editoriale
Cesare Fassari
Editore
Edizioni Health Communication srl
contatti
P.I. 08842011002
Riproduzione riservata.
Copyright 2010 © Health Communication Srl. Tutti i diritti sono riservati | P.I. 08842011002 | iscritta al ROC n. 14025 | Per la Uffici Commerciali Health Communication Srl
469