Quotidiano della Federazione Ordini Farmacisti Italiani
Lunedì 08 MARZO 2021
Cronache
Segui ilFarmacistaOnline
Cronache
Il V-Day in Italia. Ecco comè andata Regione per Regione
27 DIC - VALLE D’AOSTA
Monica Meucci, medico rianimatore all'ospedale Parini e Coordinatore regionale per la donazione di organi e tessuti, sarà la prima ad essere vaccinata in Valle d'Aosta. Vaccino fissato alle 14 (assieme a lei, anche altri 20 tra medici, infermieri e Oss). La prima somministrazione di 20 dosi ha carattere simbolico mentre l'arrivo del primo lotto di vaccini è previsto per la metà del mese di gennaio (complessivamente, sono attese 3.334 dosi)
 
PIEMONTE
Le prime dosi di vaccino sono state recapitate all'ospedale Amedeo di Savoia di Torino, che ne trattiene 210, le altre vanno a San Giovanni Bosco (80), Città della Salute (80) e Mauriziano di Torino (80), Croce e Carle di Cuneo (80), Maggiore della Carità di Novara (80) e SS. Antonio, Biagio e Cesare Arrigo (80) di Alessandria. E ancora a Casa di riposo Città di Asti (70), l'Apsp Istituto Gaudenzio De Pagave (70) di Novara e La Residenza di Rodello, in provincia di Cuneo (70). Per l'inoculazione impegnati circa 130 operatori
 
LIGURIA
Gloria Capriata, 48 anni, coordinatrice infermieristica del reparto rianimazione dell'Ospedale San Martino di Genova sarà invece la prima vaccinata in Liguria contro il Covid. Il governatore Giovanni Toti ha spiegato che serviranno "un paio di giorni per esaurire la prima serie di vaccini, 320. Dal 29 dovrebbero entrare in funzione centri in tutta la regione per esaurire gli altri"
 
LOMBARDIA
Le prime 1.620 dosi di vaccino anti-Covid arrivano all'ospedale Niguarda. Prime somministrazioni in 14 ospedali 'hub' dotati di 'ultra-freezer'. Sono stati vaccinati i primi 7 'testimonial' all'ospedale Niguarda di Milano. L'iniezione è stata somministrata in contemporanea al presidente dell'Omceo di Milano Roberto Carlo Rossi, al presidente dell'Opi di Milano, Lodi, Monza e Brianza Pasqualino D'Aloia, all'operatrice socio sanitaria del Niguarda Adele Gelfo, al presidente del Mario Negri, Silvio Garattini, al virologo Fabrizio Pregliasco in qualità di presidente dell'Anpas (Associazione nazionale pubbliche assistenze), all'operatrice dell'impresa di pulizie Grazia Fresta, al medico di famiglia Fiorenzo Corti, vice segretario nazionale della Fimmg. Tra i luoghi 'simbolo' gli ospedali di Codogno e di Alzano Lombardo. La prima Rsa sarà invece il Pio Albergo Trivulzio
 
PA TRENTO
Le prime dosi di vaccino sono somministrate agli operatori sanitari dei sette ospedali trentini e in alcune Rsa del territorio. Le vaccinazioni iniziano, alle ore 9, nell'auditorium dell'ospedale Santa Chiara di Trento alla presenza del consiglio di direzione dell'Azienda sanitaria provinciale e della direzione medica dell’ospedale
 
PA BOLZANO
Si parte con le prime 145 vaccinazioni a medici, infermieri e personale sanitario del San Maurizio di Bolzano. Lunedì sono attese le altre 5.850 dosi destinate al personale di tutti gli ospedali della provincia, il resto arriverà a inizio gennaio. In tutto la prima fornitura per l’Alto Adige conta 27.521 dosi
 
VENETO
Per il vaccino anti-Covid della Pfizer/BioNTech arrivo e stoccaggio delle dosi all'ospedale di Padova e poi da subito le prime vaccinazioni delle Uls che interesseranno 875 persone in tutto
 
FRIULI VENEZIA GIULIA
Le prime 265 dosi arrivano al centro operativo della Protezione civile di Palmanova (Udine). Il 28 dicembre giungeranno in Fvg 10 mila delle 50.094 dosi assegnate alla regione e saranno inoculate a operatori sanitari e ospiti delle case di riposo per arrivare agli ultra ottantenni e alle altre categorie a rischio
 
EMILIA ROMAGNA
Il vaccino anti-Covid viene somministrato a poco meno di mille persone (975), in undici centri allestiti in tutte le province dell'Emilia-Romagna. Precedenza ai sanitari che saranno impegnati nelle vaccinazioni, a partire dai primi giorni di gennaio. Impegnato, per il trasporto, anche personale della Difesa. Già individuati i luoghi di somministrazione del vaccino e le quote spettanti a ogni provincia
 
TOSCANA
Da oggi anche in Toscana sono disponibili le prime dosi (620). Ecco gli ospedali individuati per l'avvio della campagna vaccinale: Aou Careggi e ospedale nuovo San Giovanni di Dio a Firenze; ospedale San Iacopo a Pistoia; ospedale Santo Stefano a Prato; ospedale San Giuseppe a Empoli; Aou Pisana; ospedale di Livorno; presidio ospedaliero San Luca di Lucca; ospedale delle Apuane a Massa; Aou Senese a Siena; ospedale San Donato a Arezzo; ospedale della Misericordia di Grosseto. A questi si aggiunge la Rsa Montedomini di Firenze
 
UMBRIA
La 'base' scelta dalla Regione per il piano è l'ospedale di Spoleto. In prima battuta vengono vaccinati i 20 componenti dei quattro team vaccinali, tra i 10 e 15 operatori sanitari dell'ospedale di Spoleto, una quindicina di ospiti di una Rsa, uno-due medici per ciascuna delle due Usl selezionati tra gli interessati
 
MARCHE
Prende il via all'Inrca di Ancona alle 10 di oggi la somministrazione dei primi vaccini anti-Covid nelle Marche. Le prime vaccinazioni si tengono negli ambulatori chirurgici dell'ospedale alla Montagnola
 
LAZIO
Claudia Alivernini, 29 anni, una giovane infermiera romana dell’istituto Spallanzani, è il simbolo della vaccinazione anti-Covid in Italia. In occasione del Vax Day, è lei la prima vaccinata all'istituto per le malattie infettive di Roma. Tra i primi vaccinati nel Lazio ci sono anche due medici, una ricercatrice e un operatore socio-sanitario. Sempre in giornata vaccino per 50 medici, tra cui il coordinatore delle Uscar e vice segretario della Fimmg Pier Luigi Bartoletti, e altrettanti infermieri delle Uscar del Lazio
 
ABRUZZO
L'ospedale Mazzini di Teramo è il punto di somministrazione unico abruzzese dei vaccini anti-Covid della Pfizer. All'Abruzzo per una prima somministrazione "simbolica", ovvero la prova generale della grande campagna vaccinale che partirà già gennaio, in base alla popolazione, sono state assegnate 135 dosi. L'equipe vaccinale abruzzese è composta da tre medici vaccinatori, quattro infermieri, quattro oss, quattro amministrativi, due informatici e due farmacisti
 
MOLISE
Le prime 50 dosi del vaccino anti-Covid arrivano all'ospedale Cardarelli di Campobasso e nel Vax Day vengono somministrate a soggetti individuati sul territorio in base al protocollo di priorità già prefissato (operatori sanitari e soggetti più fragili)
 
CAMPANIA
Le prime 720 dosi del vaccino arrivano all'Ospedale del Mare di Napoli e da lì vengono smistate negli altri sei punti di vaccinazione previsti: a Napoli al Cardarelli e al Cotugno, a Caserta all'Ospedale San Sebastiano, ad Avellino al Moscati, a Benevento al San Pio, a Salerno al Ruggi. Ogni ospedale avrà circa 100 vaccini
 
PUGLIA
Il primo vaccino anti-Covid della Pfizer viene somministrato al Policlinico di Bari a Lidia Dalfino, 52 anni, rianimatrice e coordinatrice della Terapia intensiva Covid dell'ospedale sin da marzo in prima linea nella lotta alla pandemia. Dopo Dalfino, tocca ad altri 49 operatori sanitari del centro pugliese;  ontemporaneamente le altre 455 dosi pugliesi verranno trasferite negli ospedali e centri vaccinali delle altre cinque province. Sono in tutto 505 le dosi di vaccino destinate alla Puglia per il Vaccine Day
 
BASILICATA
I primi vaccini per la Basilicata sono 105 e vengono somministrati a sanitari dell'ospedale San Carlo di Potenza
 
CALABRIA
Sono 280 le prime dosi e 119 i sanitari che, a Catanzaro e Cosenza, saranno vaccinati contro il Covid nel Vax day. Nel capoluogo i primi a sottoporsi al vaccino sono 11 infermieri del Policlinico universitario Mater Domini e 28 dell'ospedale Pugliese
 
SICILIA
All'ospedale Civico di Palermo la prima delle 685 dosi è destinata al primario del pronto soccorso Massimo Geraci. Alle 15.30, le vaccinazioni continueranno nella Rsa di via La Loggia, sempre a Palermo. Il Civico, Villa Sofia-Cervello, il Policlinico Giaccone di Palermo e l'Ssp territoriale sono stati scelti come punti per le vaccinazioni che proseguiranno fino al 30 anche nelle Asp e negli ospedali Garibaldi e Cannizzaro di Catania, Bonino Pulejo e Papardo di Messina, Buccheri La Ferla e Ismett di Palermo, Giglio di Cefalù
 
SARDEGNA
Sono 180 le dosi per l'Isola per il primo giorno di vaccini. Il presidio San Michele dell'Arnas Brotzu di Cagliari è stato individuato come punto di somministrazione regionale. I primi dipendenti a vaccinarsi sono Silverio Piro 71 anni, medico infettivologo dell'Azienda, e Virginia Boi, 58 anni, coordinatrice infermieristica e responsabile della pre-ospedalizzazione
 
Fonte: Sky-Tg24 e AdnKronos
27 dicembre 2020
Ultimi articoli in Cronache
IlFarmacistaOnline.it
Quotidiano della Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani: www.fofi.it
Direttore responsabile
Andrea Mandelli
Editore
Edizioni Health Communication srl
contatti
P.I. 08842011002
Riproduzione riservata.
Copyright 2010 © Health Communication Srl. Tutti i diritti sono riservati | P.I. 08842011002 | iscritta al ROC n. 14025 | Per la Uffici Commerciali Health Communication Srl